Translate

venerdì 18 settembre 2015

COME VIENE MANIPOLATO IL MERCATO DEI TREASURY FUTURES PT. 1

Prima di trattare il tema oggetto di questo post, vorrei riprodurre qui, quanto scritto in data 12 Agosto 2015 sulla mia pagina Facebook, con commento del 17 Agosto 2015.
«In queste settimane abbiamo sentito e letto i pareri di molti esperti, esponenti del fior fiore delle banche italiane ed internazionali, dire che la FED avrebbe alzato i tassi e che lo avrebbe fatto perché l'economia USA è forte, il mondo cresce la Cina è soltanto in modalità "new normal" e bla bla bla. Mi pare evidente che, chiunque tra costoro abbia nel suo intimo pensato che vi fossero -seriamente- le condizioni internazionali per un aumento dei tassi, non abbia ben chiara -a mio modesto parere- la china finanziaria sul quale il mondo è seduto. Ed io, detto tra noi,  non gli affiderei neanche i soldi del monopoli».

Il rosso di oggi sui mercati non mi sorprende in quanto era stato già prefigurato qui e qui, essendo figlio della percezione -da parte del mercato- del panico circondante i banchieri centrali le cui munizioni sono sempre di meno e quelle restanti sempre più a salve.
Come forse saprete, su questo blog ho provato ad illustrare diversi scandali, non perché il sottoscritto abbia la convinzione di poter contribuire alla loro emersione e/o al loro contenimento: figuriamoci, scrivo solo per pochi intimi. Tuttavia, mi conforta constatare che mai nessun giornalista od operatore istituzionale (e vi assicuro che alcuni di essi leggono queste righe), abbia mai contattato il sottoscritto per smentire una sola riga di quanto riportato in oltre 300 posts.
Ciò che andrò a raccontarvi è ignoto ai più, banche e fondi italiani inclusi ragion per cui, nel caso non doveste comprendere a pieno ogni singola parola, non preoccupatevi, siete in buona compagnia: chi è pagato centinaia di migliaia (o qualche milioncino) di euro al fine di tutelare l'integrità del trading proprietario e non, condotto dalle o per il tramite delle strutture aziendali di appartenenza, continuerà a saperne meno di coloro i quali avranno la pazienza di leggere quanto di seguito.
Il perché io reputi importante questo topic, potete rinvenirlo qui.
In data 15 Ottobre 2014, tra le ore 9:33 e 9:45, la liquidità presente nel mercato dei Treasury Futures evaporò, i prezzi arrivarono alle stelle (ed i rendimenti precipitarono); 5 minuti più tardi, i prezzi ritornarono ai livelli delle 9:33 (ET USA). La trading activity fatta registrare quel giorno, fu enorme, superiore a quanto osservato nel giorno del fallimento delle Lehman, nel corso della crisi finanziaria ed in occasione del downgrade del debito USA, verificatosi nell' Agosto 2011. Come di consuetudine, utilizzerò una serie di grafici offerti da Nanex al fine di illustrare meglio quanto intendo dire sull'argomento che, nell'evento osservato nell' Ottobre 2014, ha l'espressione più chiara di tutta una serie di condotte e rischi latenti, aventi dimensioni non indifferenti. Nei prossimi posts, invece, andremo a dettagliare la strategia manipolatoria utilizzata, sulla base delle 300 pagine di prove (report ordini) di cui sono in possesso.
Volgiamo lo sguardo al grafico numero 1.
Grafico offerto da Nanex
Cosa possiamo osservare? Possiamo osservare una serie di linee colorate rappresentanti l'andamento dei Futures più trattati in tutto il mondo. Quali spiccano per volatilità? Proprio quelli aventi ad oggetto i Treasury USA. E' qualcosa che accade in maniera frequente? No, la volatilità di questo asset è generalmente contenuta, specie nella fascia oraria sopra considerata. Ma c'è un altra cosa che possiamo notare, vale a dire il flash crash interessante gli Euro Stoxx Bank Futures. Se osserviamo bene, questo si manifesta in corrispondenza della fase discendente dell'evento interessante i Treasury Futures. Possiamo dire con certezza matematica che il primo abbia causato il secondo? No, però possiamo constatare la coincidenza tra il verificarsi dell'uno ed il verificarsi dell'altro: nel mentre si sviluppava la discesa del prezzo dei futures, nel mentre i rendimenti dei titoli di stato USA cominciavano a risalire, gli Euro Stoxx Bank Futures sperimentavano un flash crash.
Passiamo ora al grafico numero 2.
Grafico offerto da Nanex
Cosa ci dice? Ci dice che, le variazioni maggiori hanno interessato, in ordine (fisiologicamente) decrescente, i Futures sui: T-Bond 30 Y, T-Note Y 10, T-Note Y 5, T-Note Y 2.
Concentriamoci ora sul grafico numero 3.
Grafico offerto da Nanex
Il grafico numero 3, ci dice una serie di cose. Innanzitutto, possiamo osservare come la liquidità nel mercato dei Treasury Futures USA si riduca, in termini di profondità del mercato, prima delle 8:30. Per quale motivo? Perché dalle 8:30 in poi, cominciano ad essere rilasciate le news economiche; quindi, gli operatori tirano i remi in barca (escono dal mercato) in attesa di assumere una posizione coerente con quanto apprenderanno a livello informativo mentre i prezzi iniziano a salire; siamo nell'ambito della normalità (ordinarietà). Successivamente alle 8:30, la liquidità risale: tuttavia, nel trading day qui analizzato, il rimbalzo ha un'ampiezza ed una stabilità molto contenute. Infatti, dopo essere aumentata di poco, intraprende una rapida discesa che peggiora addirittura dopo l'apertura delle borse, alle ore 9:30: siamo nell' ambito dell' anomalia.
L'anomalia fotografata dal grafico numero 3 è meglio apprezzabile alla luce della fotografia numero 4. 
Grafico offerto da Nanex
Cosa ci dice? Questo grafico mette a confronto la profondità media del mercato (calcolata su dati per singolo minuto) del 15 Ottobre 2014 (linea verde) e del 17 Settembre 2014 (linea blu). In data 15 Ottobre – a differenza di quanto accadde a Settembre- la liquidità non recupera mai i livelli precedenti, dopo le news report delle 8:30.
Il grafico numero 5, sottolinea invece l'esplosione del numero di trades interessanti i CME Treasury Futures.
Grafico offerto da Nanex
Il numero massimo di trades interessanti i CME Treasury Futures ha altresì portato il numero di trades complessivi sui Futures (in generale) negoziati sul CME, al massimo di sempre come apprezzabile dal grafico numero 6.
Grafico offerto da Nanex
Quali sono stati i crosses valutari maggiormente interessati dall' evento? Al rialzo Eur/Usd, al ribasso Usd/Jpy.
Grafico offerto da Nanex
Nei grafici di cui sotto, potete apprezzare l'evaporazione della liquidità nel mercato dei futures per i titoli a 2, 5, 10, 30 anni, in corrispondenza della fascia oraria sopra indicata. E' importante notare come l' avvio del processo di forte contrazione della liquidità, abbia coinciso con l'avvio del rialzo dei prezzi dei futures. 
Grafico offerto da Nanex

Grafico offerto da Nanex
Grafico offerto da Nanex


Grafico offerto da Nanex