Translate

domenica 31 gennaio 2016

BREVE APPROFONDIMENTO SULLO SHORT SELLING PT.1

Dopo un Gennaio veramente ottimo per i mercati internazionali, avvio di anno borsistico del quale avevamo già parlato qui, ritengo opportuno spendere due parole sulla pratica delle vendita allo scoperto (o short selling o shorting).
Cosa vuole dire vendere allo scoperto un titolo? Significa vendere titoli che non si possiedono con l'intenzione di ricomprarli successivamente.
Facciamo un esempio.
  • Domani mattina mi sveglio ed ordino al mio broker di vendere, allo scoperto, 100 azioni della società X.
  • Il broker prende in prestito, da un altro cliente, le 100 azioni e le vende sul mercato per conto mio.
  • Posso mantenere la posizione short sino a quando il broker sia in grado di trattenere in prestito le azioni.
  • Ad un certo punto, decido di chiudere la posizione acquistando 100 azioni della stessa società X.
  • Le 100 azioni appena acquistate vengono restituite dal broker al cliente dal quale aveva preso in prestito le 100 vendute allo scoperto.
  • Se tra la vendita allo scoperto ed il successivo acquisto il valore delle azioni della società X dovesse scendere, potrò chiudere l'operazione in profitto; se dovesse salire, potrò chiudere l'operazione in perdita.
  • Se in un qualsiasi momento intercorrente tra la vendita allo scoperto ed il momento in cui pianificassi di chiudere l'operazione (acquistando 100 azioni) il broker rimanesse a corto di azioni da trattenere in prestito, rischierei di rimanere schiacciato (short squeezed) e dunque sarei costretto a chiudere l'operazione anche ove non volessi farlo (quindi anche in perdita).
  • In relazione ai titoli presi in prestito e venduti allo scoperto, dovrò trasferire al broker un reddito sotto forma di interessi o dividendi (quest' ultimi percepiti in relazione ai titoli venduti).
  • Il broker trasferirà quanto da me pagato sul conto del cliente dal quale ha preso in prestito i titoli da me shortati.
Esempio.
Ad Aprile vendo 100 azioni della società X al prezzo di €130,00.
Decido di comprarle a Giugno. A Giugno il prezzo sarà di €100,00
Poniamo che il dividendo sia di €0,50 per azione.
Dalla vendita delle azioni ricevo €13.000,00.
Dal dividendo delle azioni ricevo € 50,00.
Per l'acquisto delle azioni spendo € 10.000,00
Profitto lordo dell'operazione= €13.000,00- €50,00-€10.000,00= € 2.950,00.
Questo profitto lordo coincide perfettamente con la perdita patita o patenda da parte di chi abbia acquistato, dal sottoscritto, le azioni ad Aprile.

It's a zero sum game: somebody wins, somebody loses.