Translate

mercoledì 27 luglio 2016

NOTIZIE “RISERVATE” DALLA BAFIN, OVVERO, DALLA “CONSOB TEDESCA”. PT.5 2/3

Cari amici, si torna a parlare di Deutsche Bank.
Lo so: di acqua, sotto i ponti, ne è passata tanta da quando iniziai ad occuparmi del tema. La chiamata short di oltre un anno fa è stata una delle migliori mai fatte da quando osservo i mercati.
Tuttavia, oggi non parleremo di finanza operativa ma proseguiremo il discorso interrotto qui. Vi ricordo che per leggere tutti gli altri posts dedicati alla tematica “Deutsche Bank” è sufficiente scorrere il post sino alla fine e cliccare sul relativo tag nella sezione “etichette”.
***
b) Cancellazione dei files audio.
Contrariamente all'ordinanza emanata nel Maggio del 2011 dalla FSA, all'epoca autorità britannica deputata alla supervisione, avente ad oggetto l'obbligo di conservare ogni singolo dato ed ogni singola informazione sul LIBOR disponibili a partire dal 2006, tra i quali le registrazioni delle telefonate, i files audio potenzialmente rilevanti per le investigazioni sul LIBOR Scandal  furono distrutti nel Luglio del 2012.
Anche se EY è giunta alla conclusione secondo cui non vi siano fatti alla luce dei quali sia possibile affermare che detti files -inerenti conversazioni intrattenute prevalentemente dal 2008/2009- siano stati distrutti intenzionalmente e deliberatamente, tale cancellazione può essere giudicata quale conseguenza di una serie deficienze riscontrate nel processo gestionale/operativo aziendale di riferimento.
La cancellazione rappresenta un evento inaccettabile, poiché riguardante files contenenti informazioni rilevanti per la chiarificazione delle condotte oggetto delle investigazioni, sottratti allo scrutinio di varie autorità.
Secondo quanto rilevato da EY, la cancellazione fu dovuta al fatto che, nonostante all' IPV Voice Team - parte del GTO Team e responsabile per la conservazione dei files audio- fosse stato ordinato -immediatamente nel Maggio del 2011- di sottrarre tutti files audio disponibili ed aventi ad oggetto le LIBOR submssions dalla procedura standard di cancellazione, lo stesso team ritenne-al contrario- che detta richiesta fosse relativa ai soli files dei 6 mesi precedenti, rappresentati il lasso temporale di conversazione tipico di DB per quel tipo di files.
In conseguenza di quanto illustrato, nel luglio del 2012, i files prevalentemente generati tra il 2008 ed il 2009, conservati da DB -originariamente- in relazione alla crisi Lehman ed il cui contenuto avrebbe potuto essere rilevante anche in relazione allo scandalo LIBOR, furono cancellati. Tale circostanza può esser stata causata da un sistema di carente comunicazione all'interno di DB così come da una carente o non chiara distribuzione delle responsabilità , espressioni di gravi deficits organizzativi.
In tale contesto, Mr. Lamberti, membro del Management Board e responsabile, al tempo della richiesta dei dati avanzata dalla FSA, dell'operato del GTO Team deve sostenere importanti responsabilità per non aver implementato un adeguato processo,  atto  ad assicurare una corretta conservazione dei dati.
Del resto, non è possibile attribuire alcuna rilevante responsabilità a Mr. Richotte considerando che venne nominato membro del Management Board poco dopo gli eventi.
La Deutsche Bank reagì all' “incidente” apportando modiche organizzative a partire dall' Ottobre 2013.