Translate

lunedì 30 gennaio 2017

L' HARD LANDING DELLO SHADOW BANKING CINESE E' QUESTIONE DI “QUANDO” NON DI “SE” PT. 8.

Continuiamo sotto un discorso iniziato altrove (clicca qui).

https://www.artstation.com/artwork/6O0OV
  • 23.07.2015Pechino avrebbe immesso nel mercato azionario circa 5 trilioni di yuan (tra fondi pubblici e di privati “precettati”) pari al 10% circa del Pil del 2014 (clicca qui).
  • 23.07.2015 – I consumi elettrici cinesi y/y fanno segnare la crescita minore degli ultimi 30 anni (clicca qui e qui).
  • 27.07.2015 – Lo Shangai Composite scende dell' 8,48%. Secondo peggior crollo nella storia dei mercati cinesi; maggior crollo su singolo trading day da Febbraio 2007 (clicca qui). 1.500 titoli in Halt Limit Down.
  • 27.07.2015 – La “Consob” cinese (CSRC) invita chiunque avesse notizie a segnalare -compilando un form on-line- i venditori “malevoli”, vale a dire, chiunque abbia venduto «malevolmente» azioni sul mercato (clicca qui).
  • 29.07.2015 – La CSRC chiede a tutti i brokers cinesi, di Hong Kong e di Singapore di fornire i nominativi di chiunque abbia venduto allo scoperto (clicca qui).
  • 30.07.2015 – La CSRC chiede agli istituti assicurativi, con effetto immediato, di non essere più net sellers sul mercato azionario.
  • 02.08.2015 – La CSRC sospende dal mercato l' hedge fund americano Citadel accusandola di manipolazione del mercato.
  • 03.08.2015 – Il PMI manifatturiero cinese tocca il minimo a 2 anni.
  • 03.08.2015 – Ai venditori allo scoperto viene proibito di chiudere la posizione nella stessa giornata obbligandoli ad attendere almeno un giorno nel tentativo di contenere l'ondata di vendite allo scoperto (clicca qui).
  • 05.08.2015Virtu Financial viene autorizzata a fornire liquidità sui mercati cinesi (clicca qui).
  • 05.08.2015 – Secondo Goldman Sachs le autorità cinesi, tra Giungo e Luglio 2015, avrebbero speso circa 900 miliardi di yuan al fine di sostenere il mercato azionario
  • 06.08.2015 – Nei primi 6 mesi del 2015, i NPLs cinesi toccano quota 1.8 trilioni di yuan, facendo segnare un aumento del 35% rispetto ai dati disponibili al 31.12.2014.
  • 06.08.2015Importanti analisti finanziari londinesi mettono in dubbio la veridicità dei dati macro cinesi (clicca qui) A Giugno dello stesso anno, il Financial Times espresse preoccupazioni simili (clicca qui).
  • 06.08.2015 – Da Giugno dello stesso anno, 1/3 degli investitori retail cinese ha chiuso i propri trading accounts (clicca qui).
  • 08.08.2015 – Export ed import cinese calano rispettivamente dell' 8,3% y/y e dell' 8,0% y/y.
  • 08.08.2015 – Brokers cinesi lanciano la vendita di inediti “Margin Loans Backed Securities” (clicca qui).
  • 09.08.2015 – Il PPI cinese cala del 5.4% y/y. Maggior discesa dal 2009.
  • 09.08.2015 – Lo Shanghai Composite perde il 12,5% da Luglio 2015, nonostante le 24 misure straordinarie adottate dalle autorità cinesi di cui in foto.

  • 11.08.2015Lo yuan crolla contro il dollaro. Maggior discesa dal fallimento della Lehman. Nuovi minimi da 5 anni.
  • 11.08.2015I crediti erogati all'economia reale registrano un -55% m/m. Minimo da Ottobre 2014. (Fonte: Barclays).
  • 14.08.2015 La CSRC promette che la CSF sosterrà il mercato azionario negli anni a venire (clicca qui).
  • 15.08.2015 – Secondo il FMI il rapporto debito totale/ pil cinese potrebbe raggiungere il 250% nel 2020.
  • 18.08.2015La PBOC offre liquidità (7 - day reverse repos) per 120 miliardi di yuan. Maggior intervento su singolo giorno da 19 mesi (clicca qui).
  • 18.08.2015 – A luglio, i prezzi degli immobili sono saliti in 31 città; 27 a giugno (clicca qui).
  • 19.08.2015 – Tra il 15 ed il 20 Luglio, la PBOC ha immesso 48 miliardi di dollari nella “China Development Bank” e 45 miliardi di dollari nell' Export Import Bank tramite la Wutongshu Investment Platform (clicca qui). Il giorno prima, ha immesso in 14 banche 110 miliardi di yuan tramite medium term lending facility (clicca qui).
  • 19.08.2015La PBOC setta il fixing dello yuan al rialzo dello 0,08%. Maggior rafforzamento degli ultimi 2 mesi.
  • 23.08.2015 – La PBOC non taglia il RRR. Il mercato si attendeva un taglio pari a 50-100 pb.
  • 23.08.2015 – Alcuni investitori, adirati per il congelamento dei propri fondi, tentano di malmenare Shan Jiuliang, capo della Fanya Metals Exchange (clicca qui).
  • 24.08.2015 E' il giorno del Black Monday. Crollano i mercati cinesi (2.000 titoli in Halt Limit Down), asiatici, mondiali. Eur/Usd sopra 1.15. Global sell-off.
  • 24.08.2015 – Le autorità cinesi vietano di parlare con tono negativo della situazione sui mercati. In particolar modo vietano l'uso delle seguenti espressioni: “Equity disaster”; “Rescue the Market”. (Clicca qui e qui ).
  • 24.08.2015 – Il “ONE-WEEK OFFSHORE YUAN DEPOSIT RATE” sale di 840 BPS al 22.9%.
  • 24.08.2015 – La PBOC taglia tutti i principali tassi di riferimento (clicca qui).
  • 25.08.2015 – Yuan scivola ai minimi da 4 anni. La Cina, nelle due settimane precedenti, ha venduto 100 miliardi di dollari di Treasuries.
  • 26.08.2015La polizia cinese inizia ad indagare su alcune persone legate alla CSRC (Consob cinese), Citic Securities e Caijing Magazine, ritenute responsabili di trading illegale e diffusione di false informazioni. La CSRC inizia ad investigare su alcuni brokers (clicca qui ). Proseguono gli arresti di giornalisti e traders (clicca qui). Nuovi minimi da 4 anni per lo yuan.
  • 27.08.2015Cominciano a verificarsi i primi casi di suicidio legati all'andamento della borsa (clicca qui). Sui mercati americani si verifica il secondo rialzo daily più consistente di sempre. Gli editori di China Daily Style intimano ai giornalisti di non definire la caduta dello yuan “svalutazione” bensì “deprezzamento”, altrimenti la gente potrebbe pensare che sia colpa del governo e non del mercato (clicca qui). Lo Yuan segna il maggior rialzo, su singola seduta, da Marzo.
  • 30.08.2015Lo Yuan segna il maggior rialzo, su singola seduta, da 9 mesi. Il governo cinese dichiara di non voler più sostenere il mercato azionario acquistando titoli in maniera consistente (clicca qui).
  • 31.08.2015Centinaia, tra operatori di mercato e giornalisti finiscono sotto inchiesta con l' accusa di aver manipolato il mercato (clicca qui). Il Governo cinese costringe il giornalista Wang Xiaolu ad addossarsi le colpe del crash dei mercati in diretta televisiva (clicca qui e qui). La sua responsabilità sarebbe stata quella di aver scritto un articolo secondo cui la CSRC riteneva opportuno cessare gli interventi a sostegno del mercato. La CSRC, dal canto suo, dichiara di non aver mai rilasciato un report del tenore ipotizzato da Xiaolu (clicca qui). 

Post scritto ascoltando