Translate

venerdì 24 febbraio 2017

L' INCUBO DI OGNI TRADER: FLASH CRASHES E FLASH RAMPS PT. 8

Per la settima parte, clicca qui.
In data 08/03/2013, il prezzo dell' azione ordinaria del titolo “Anixter International Inc.” (AXE), scese di circa il 12% in meno di 1 secondo dopo che un trader istituzionale della Merrill Lynch inserì un ordine di vendita allo scoperto, a mercato, avente size pari a 91.524 unità quale parte di una più ampia operazione di hedging laddove, in realtà, lo stesso avrebbe voluto inviarlo all' algoritmo della Merrill, al fine di ottenere l'esecuzione negli ultimi 30 minuti del trading day. I controlli di gestione del rischio previsti dalla MAR ed implementati dalla banca, al tempo prevedenti una singola soglia limite riguardante la size del trade pari a 10.000.000 di azioni, un singolo limite riguardante il valore nozionale pari a 250 milioni di dollari e che non prevedevano alcun limite di prezzo per i market orders, non riuscirono a bloccarne l'inoltro da parte del trader. Inoltre, risultavano ancora attivi alcuni controlli obsoleti volti a bloccare gli ordini eccedenti alcune soglie concernenti la size ed il valore nominale; tuttavia, la size ed il valore dell' ordine riguardante il titolo AXE si attestavano ben al disotto dei parametri preimpostati. L'ordine di vendita allo scoperto rappresentava il 17% circa del daily volume medio degli ultimi 20 giorni di mercato.
***
In data 22/04/2013, il prezzo dell' azione ordinaria del titolo “Google Inc.” (GOOG), scese di circa il 3% in meno di 1 secondo, dopo che un trader istituzionale della Merrill Lynch inserì un ordine di vendita a mercato, avente size pari a 50.070 unità, volto a coprire lo swap order di un cliente, dopo che lo stesso cliente inserì l'ordine di vendere uno swap strutturato su 50.070 azioni anziché 5.700. I controlli di gestione del rischio previsti dalla MAR ed implementati dalla banca, al tempo prevedenti una singola soglia limite riguardante la size del trade pari a 10.000.000 di azioni, un singolo limite riguardante il valore nozionale pari a 100 milioni di dollari e che non prevedevano alcun limite di prezzo per i market orders, non riuscirono a bloccarne l'inoltro da parte del trader.
***
In data 25/04/2013, il prezzo dell' azione ordinaria del titolo “Qualys Inc.” (QLYS), scese di circa il 99% in meno di 2 secondi, dopo che un trader istituzionale della Merrill Lynch inserì -erroneamente- un ordine di vendita proveniente da un cliente istituzionale, avente size pari a 381.020 unità, facendo uso dell'algoritmo proprietario, predisposto per un tipo differente di ordine, il quale, a sua volta, instradò l'ordine facendo uso di un altro algoritmo settato per ottenere l'esecuzione immediata, prosciugando tutta la liquidità esistente su tutti i livelli di prezzo, sino al completamento dell' esecuzione. I controlli di gestione del rischio previsti dalla MAR ed implementati dalla banca, al tempo prevedenti una singola soglia limite riguardante la size del trade pari a 5.000.000 azioni, un singolo limite riguardante il valore nozionale pari a 250 milioni di dollari e che non prevedevano alcun limite di prezzo per i market orders, non riuscirono a bloccarne l'inoltro da parte del trader. Detto ordine rappresentava il 483% del daily volume medio degli ultimi 20 giorni di mercato.
In foto, il Flash Crash di Qualys: -99% in meno di 2 secondi. 

Pezzo scritto ascoltando